Please enable JavaScript to view the comments powered by Disqus. blog comments powered by Disqus

GIOVE 1 - CLITUNNO 0

Oggi La Clitunno si stringe intorno a Lucio Baronci, uno dei suoi giocatori più rappresentativi, e a tutta la sua famiglia nel commosso ricordo della sorella Loredana scomparsa prematuramente dopo lunga malattia, gli dedica un minuto di raccoglimento e il lutto al braccio. L’amarezza pervade anche la prestazione sportiva dei biancazzurri oggi autori di una prestazione poco brillante, una partita di calcio si dice che sia una metafora della vita ma una sconfitta in campo è nulla al cospetto di quanto la sorte spesso riserva nella realtà.

P17A4_01P17A4_02
Fotocronaca di Evandro Pacifici

Incontro poco avvincente per gran parte del primo tempo con poche conclusioni create dalle due formazioni, al 20’ si fa vedere la Clitunno, Capoccia con un bel dribbling entra in area e batte a rete, la palla sfiora il palo alla destra del portiere di casa.

P17A4_03P17A4_04P17A4_05

Risponde il Giove al 32’ con una insidiosa conclusione dalla distanza di Ferjani, Spiccia risponde e devia in corner.

P17A4_06P17A4_07

Al 44’ Candelori impegna in una difficile parata Solfaroli con una potente conclusione dalla fascia destra.

P17A4_08P17A4_09P17A4_10

Così il primo tempo termina con un nulla di fatto, ma con una Clitunno che negli ultimi 15 minuti costringe sulla difensiva i padroni di casa.

La ripresa per circa 20 minuti è su ritmi lenti e con poche emozioni, le due formazioni si controllano soprattutto a centro campo poi al 24’ Paoletti vince un rimpallo e da poco fuori area azzecca un preciso tiro che passato tra le gambe di vari calciatori colpisce l’interno del palo e finisce in rete.

P17A4_11P17A4_12P17A4_13P17A4_14

Il gol galvanizza i padroni di casa, i biancazzurri cercano di correre ai ripari ma la cattiva giornata del loro reparto offensivo, a dir del vero spesso rifornito con assist poco precisi o troppo prevedibili, rende poco incisivi i tentativi di rimonta.
Al 35’ i padroni di casa rimangono in 10 per l’espulsione di Mecarino per gioco violento, al 39’ Capoccia impegna con un tiro dalla distanza Solfaroli che respinge di pugno,

P17A4_15

la Clitunno continua a premere e si rende pericolosa al 2° minuto di recupero quando colpisce la traversa su un insidioso calcio di punizione battuto dal rientrante Giuseppe Cavadenti.

P17A4_16P17A4_17P17A4_18

Evidentemente oggi non era giornata per la Clitunno e il Giove si aggiudica tre punti importanti per la sua classifica in una partita dove probabilmente il pareggio avrebbe espresso più giustamente i valori visti in campo.


GIOVE: Solfaroli; Ioili, Giuliani; Bordoni, Pinzaglia, Ippoliti; Ferjani, Porcacchia (6’st Fantauzzi), Dormi (42’st Martinelli), Mencarino, Paoletti (38’st Cantamessa).
A disp.: L. Buzzicotti, Castellani, Leonardi.
All.: Buzzicotti

CLITUNNO: Spiccia; Rosi, Cuna; Batti (30’st Conti), Pascolini, Trabalza; L. Cavadenti, De Rosa (26’st G. Cavadenti),  Calamita, Capoccia, Candelori (16’st Celesti).
A disp.: Bonincontro, Lucante, Mariani, Morosini, G. Cavadenti, Conti, Celesti.
All.: Canzi

ARBITRO: Filippo Trotta di Foligno (Assistenti: Francesco Margheriti e Sonia Quaranta di Terni

RETE: 24’st Paoletti

NOTE: Espulso35’st  Mencarino (G) per gioco violento -
blog comments powered by Disqus