Please enable JavaScript to view the comments powered by Disqus. blog comments powered by Disqus

CLITUNNO 0 - OLYMPIA TYRUS 1

Oggi bisognava mostrare di meritare la salvezza ma i biancazzurri non ci sono riusciti e alla fine sono gli avversari a meritarla per aver affrontato questo incontro decisivo con maggior determinazione e concentrazione e se è vero che la sconfitta è figlia di un infortunio difensivo la retrocessione va imputata a tutte le componenti della nostra società iniziando dalla dirigenza e dallo staff tecnico che non sono stati capaci di raddrizzare una situazione sportiva precipitata di partita in partita nel girone di ritorno.
Una stagione purtroppo da cancellare ma la retrocessione non è un onta e nel calcio quando le cose vanno male ci si rimbocca le maniche e si riparte con la volontà di risalire la china, noi lo faremo.

P17_POFF_01
P17_POFF_22

Affrontare il commento di una partita che ha segnato la condanna ad una amara retrocessione non è certamente facile ma rimaniamo ai fatti ricordando che per le regole del play-out la Clitunno poteva contare su due risultati a suo favore, la vittoria e il pareggio mentre gli ospiti solo la vittoria era utile per la salvezza.
Anche oggi è emersa la scarsa propensione della Clitunno nel disputare partite decisive di spareggio, quasi sempre perse nelle precedenti concomitanze, una maledizione o una scarsa capacità caratteriale nell’affrontare mentalmente in tali partite formazioni spesso sovrastate in campionato, questo è il dilemma. Sta di fatto che anche oggi i biancazzurri hanno disputato un incontro deludente, probabilmente gli ospiti scesi in campo con un centrocampo più fitto hanno ben imbrigliato il gioco ai padroni di casa apparsi in difficoltà nel produrre una valida capacità offensiva nonostante fossero schierati con tre punte (probabilmente troppe, visto che erano gli avversari a dover cercare la vittoria era forse più logico schierarsi con un centrocampo più ricco) e così mentre agli ospiti riusciva qualche veloce ripartenza da centrocampo i biancazzurri con un gioco lento e prevedibile si impantanavano in iniziative senza sbocchi; poi quando, a venti minuti dalla fine, un infortunio del portiere libera la porta agli avversari, questi quasi increduli ringraziano e condannano i biancazzurri alla disfatta. Nei minuti restanti la partita non cambia con gli ospiti attenti che si chiudono sulla difensiva e non concedono nulla al tentativo tardivo di rimonta dei padroni di casa.


Continua...
Comments

CLITUNNO 2 - S VENANZO 1

Il campionato della Clitunno termina con una vittoria ma la Clitunno precipita nella lotteria dei Play-aut, da domenica prossima si gioca per rimanere in questo campionato senza prove di appello, dovrà vedersela con l’Olympia Tyrus e dovrà tirar fuori una prova di orgoglio per riuscire a mettere in campo quelle capacità apparse ultimamente appannate, poi se gli avversari saranno più forti tanto di cappello il calcio resta sempre un gioco e bisogna accettarne il verdetto sportivo.
Tornando alla partita di oggi giocata sotto una caldo estivo che ne ha mitigato i ritmi ha visto i padroni di casa certamente più motivati nella ricerca del risultato e gli ospiti, appagati del terzo posto in classifica già conquistato, non sono sembrati un ostacolo insormontabile. La Clitunno si porta in vantaggio con un colpo di testa di Calamita al 25’ nel primo tempo, raddoppia nella ripresa con Conti al 22’ e gli ospiti accorciano con Liurni al 32’.

P17_R15_01 Continua...
Comments

OLYMPIA TYRUS 2 - CLITUNNO 2

Un pareggio più che meritato lascia appesa ad un filo la sorte della Clitunno, tornata sotto la guida del mister Canzi, nell’ultima giornata di campionato. Domenica prossima il verdetto finale interesserà ben sei formazioni che giocheranno per evitare i play-aut, solo una vittoria può dare speranza alla Clitunno che oggi ha disputato una buona partita soprattutto nella ripresa dove pur penalizzata da un autogol riesce ad agguantare il risultato a pochi minuti dalla fine con una bella realizzazione di Conti.

P17_R14_47 Continua...
Comments

CLITUNNO 2 - DUCATO 3

Continua la serie negativa della Clitunno ormai entrata nelle sabbie mobili della zona play-aut, a poco è servita la cura del nuovo allenatore Silvestri che non è riuscito a ridare fiducia e combattività ad una formazione in crisi di gioco e di risultati. Solo 4 punti racimolati in otto partite mostrano il segnale di una pericolosa involuzione delle capacita dei biancazzurri oggi ben lontane da quanto visto ad inizio campionato.
L’incontro vede gli ospiti privi di alcune pedine importanti come il loro bomber Kola ma i sostituti sono apparsi molto combattivi e l’incontro è giocato subito su buoni ritmi e qualche intervento al limite soprattutto a centrocampo. Poche le emozioni e i tiri in porta poi la differenza la fa il solito errore difensivo e l’abilità di saper battere i calci di punizione.
Per la Clitunno ora si gioca all’ombra dei Play-aut e mancano solo due incontri per decidere le sorti del campionato, impresa difficile ma ancora possibile, bisogna crederci.


P17_R13_x1 Continua...
Comments

CAMPITELLO 1 - CLITUNNO 0

Una sconfitta esterna maturata al 49’, allo scadere del recupero del secondo tempo, complica ulteriormente la classifica della Clitunno sempre più vicina alla zona play-out. L’incontro nel primo tempo mostra una netta supremazia dei padroni di casa che sfiorano il vantaggio in un paio di occasioni, la Clitunno si difende e tenta qualche ripartenza purtroppo poco supportata dal reparto offensivo. Nella ripresa il ritmo dei padroni di casa cala e i biancazzurri controllano l’incontro concedendo poco agli avversari, tentano qualche incursione e quando sembrano aver portato a casa un buon punto, vista anche la loro scarsa propensione offensiva, beccano un gol allo scadere del quarto minuto di recupero con un colpo di testa su un calcio d’angolo. Per beffa della sorte l’autore del gol, Petacchiola, aveva compiuto un bruttissimo fallo al 28’ della ripresa su Baronci che lo aveva saltato in velocità sulla fascia, il giocatore del Campitello meritevole del rosso diretto era stato graziato inspiegabilmente dall’arbitro Leonardo Leorsini di Terni che gli aveva affibbiato solo il giallo dando una pessima immagine di giustizia sportiva e delle sue capacità arbitrali, si deve solo alla responsabilità dei giocatori in campo se la partita non è degenerata.

P17_R12_01 Continua...
Comments