Please enable JavaScript to view the comments powered by Disqus. blog comments powered by Disqus

CLITUNNO 4 - MONTECASTELLI VIBIO 2

Con un minuto di raccoglimento si è onorato il ricordo di Lucio Ottavi prematuramente scomparso dopo una improvvisa ed inesorabile malattia. Lucio aveva militato nelle formazioni della Clitunno degli anni 70' ricoprendo con impegno e capacità il ruolo di mediano. Alla moglie e al figlio Andrea che sulle orme del padre ha indossato la nostra maglia, va il cordoglio di tutta la Clitunno.

DSC_6938

Partita strana, iniziata col sole che sorride agli ospiti e terminata nella bufera che li condanna alla sconfitta e fa risorgere i padroni di casa.
Passano solo pochi secondi dal fischio di inizio e Pezzanera sbaglia un facile intervento sul colpo di testa di Calamita deviando la palla dentro la sua rete. La Clitunno sembra già appagata dall'aver conseguito questo facile vantaggio e tira i remi in barca lasciando l'iniziativa alla formazione ospite che raggiunge il meritato preggio al 28' con Rossi che libero da fuori area fulmina Cimarelli coperto da una moltitudine di gambe di giocatori. Passano solo dieci minuti e la Clitunno subisce ancora da Mazzocchini lesto a ribadire in rete una palla respinta dopo un probabile fallo in gioco pericoloso commesso da un suo compagno. Il campo pesante, il doppio gol subito e la migliore determinazione degli avversari mettono in difficoltà la Clitunno che potrebbe veramente cadere al tappeto se al 7' della ripresa El Abidi a porta vuota mancasse la conclusione. Lo scampato pericolo, il rientro in campo di Gjinai pur se non in perfette condizioni e lo scoppio di violento nubifragio cambiano il verso dell'incontro. La recuperata intesa tra Gjinai e Keriota da subito i sui frutti, al 23' il giovane Kerjota pareggia i conti con un veloce contropiede dalla fascia destra e si ripete al 30' sempre su una veloce azione servito da un assist perfetto di Gjinai. Ora al tappeto finiscono gli ospiti che rimasti in 10 al 37' per l'espulsione di Pucci autore di un fallo da ultimo uomo sull'incontenibile Keriota, sono in balia dei padroni di casa che al 90' vanno di nuovo in rete su calcio di rigore battuto da Gjinai per l'atterramento di Calamita in area.

P19_A11_24 Continua...
Comments

SAN VENANZO 3 - CLITUNNO 0

A volte la sorte tira dei brutti scherzi e oggi nell'incontro di San Venanzo dove si giocava un confronto tra due formazioni di vertice, la Clitunno si è dovuta presentare in grande emergenza con numerose assenze di rilievo. Indisponibili per infortunio il bomber Gjinai, il capitano Cavadenti, il giovane fuori quota Cuna, l'esperto difensore Appolloni a cui si è aggiunta anche l'assenza dell'altro perno del centrocampo biancazzurro, Salvucci per squalfica. Centrocampo da reinventare e formazione stravolta, eppure per tutto il primo tempo i biancazzurri hanno ribattuto colpo su colpo ai padroni di casa e i sostituti si sono fatti valere. E' la ripresa a mostrare un calo prestazionale per la formazione campellina che colleziona qualche errore difensivo di troppo specialmente su palle inattive, così al 18' i padroni di casa battono un calcio d'angolo, regalatogli dalla difesa avversaria e si portano in vantaggio con un colpo di test di Di Croce dimenticato in area da tutti. Al 25' i padroni di casa raddoppiano grazie all'esperienza di Cacciamano che cade in area per un supposto contatto con Scarabottini convincendo oltre ogni modo il direttore di gara, rigore trasformato dallo stesso attaccante. Al 39' arriva la tripletta del San Venanzo di nuovo sugli sviluppi di un calcio d'angolo con una rasoiata da fuori area di Liurni. Per i padroni di casa un importante risultato che ne consolida il primato, per la Clitunno un risultato probabilmente troppo pesante da portare a casa ma che non inficia la sua determinazione nel voler lottare ai vertici di questo ancora lungo campionato.

SAN VENANZO: Taddei; Petrini, Sagrazzini; Arcioni, Di Croce, Polpetta; De Dominicis (29’st Liurni), Saravalle (45’st Pambianco), Cacciamano (35’st Libretti), Cavalletti, Alunni (35’st Mercanti). A disp.: Colonnelli, Spaccino, Pasquini, Carrara. All.: Ettore Turchi

CLITUNNO: Cimarelli; Lucentini, Campana; Rosi, Bucciare,li, Locci; Boraschini (25’st Conti), Paci, Calamita, Scarabottini (36’st Santoni), Kerjota. A disp.: Mariani, Mesca, Pinchi, Scavazza, Stella, Rossi, Gjinaj. All.: Fabrizio Giusti

ARBITRO: Pier Calogero Geraldi di Perugia. Assistenti: Marco Chiocchi e Mahamed Ben Boubaker di Foligno

RETI: 18’st Di Croce, 25’st (rig) Cacciamano, 39’st Liurni

NOTE – ammoniti: Sagrazzini, Di Croce, Locci, Lucentini Continua...
Comments

CLITUNNO 1 - OLYMPIA THYRUS 1

Al cospetto di un clima bizzarro caratterizzato da improvvisi scrosci di pioggia alternati ad altrettanti brevi momenti di calma le due formazioni hanno dato vita ad un combattuto incontro su un campo scivoloso e appesantito. Nella prima frazione di gioco meglio la Clitunno che poi cede l'iniziativa nella ripresa agli ospiti, alla fine un pareggio che rispecchia l'andamento della gara. I padroni di casa devono rinunciare oltre a Bucciarelli squalificato anche al loro bomber Gjinai e Rossi infortunati, recuperano forzatamente Paci, in campo, per una ventina di minuti, dopo un lungo infortunio. Gli ospiti anche loro privi del loro centrale difensivo De Vivo mostrano subito una ottima disposizione in campo. I biancazzurri schierano 4 fuori quota, ed è ancora sopratutto il centrocampo a soffrire; la significativa mancanza di Gjinai sulla fascia sinistra lascia molto spazio al bravo esterno difensivo ospite Cianchetta rivelatosi una vera spina nel fianco per la formazione campellina. La Clitunno prima incapace a concretizzare alcune incursioni di Conti e del generoso Kerjiota passa poi in vantaggio al 41' su una bella deviazione al volo sempre di Conti servito con un cross dal combattivo Calamita. Passano solo due minuti e gli ospiti pareggiano sugli sviluppi di una travolgente azione personale di Cianchettai, l'esterno ospite giunto sul fondo della fascia destra rientra al centro e superati troppo facilmente due difensori e Cimarelli in uscita, serve un assist preciso sui piedi di Cubaj che a due passi dalla linea di porta non sbaglia. Nella ripresa la Clitunno soffre l'iniziativa della formazione ospite sopratutto quando va in inferiorità numerica per l'espulsione di Salvucci al 34', i ternani però non riescono a sfruttare la loro supremazia numerica ristabilita al 47' per l'espulsione di Jawara. Il risultato non cambierà fino alla fine dell'incontro nonostante l'impegno profuso dai due contendenti per assestare il colpo vincente.

P19_A9_04 Continua...
Comments

VIS FOLIGNO 2 - CLITUNNO 3

La Clitunno cancella la delusione di domenica scorsa con una prestazione convincente di tutti i reparti sul terreno della Vis Foligno dove pur giocando in dieci per gran parte dell'incontro si porta sul tre a zero concedendo due gol agli avversari solo negli ultimi cinque minuti di gioco. Discutibili alcune scelte dell'arbitro che pur avendo penalizzando la formazione campellina non hanno inciso sul risultato finale e così grazie anche alla sconfitta interna del Viole la Clitunno agguanta nuovamente il vertice della classifica in comproprietà con il San Venanzo. Anche oggi Gjinai firma una sua doppietta confermandosi il realizzatore fondamentale nell'attacco biancazzurro.

p19_a8_09 Continua...
Comments

CLITUNNO 0 . VIOLE D'ASSISI 1

Finisce al tappeto la Clitunno nell'incontro con il Viole, la formazione ospite vince meritatamente dopo aver condotto con maggior determinazione e concentrazione questa importante sfida al vertice su una Clitunno scesa in campo poco convinta e quasi sorpresa dalla veemenza degli avversari. Gli ospiti apparsi più brillanti anche fisicamente hanno predominato a centrocampo con un gioco molto efficace ed un pressing alto che ha tolto ai padroni di casa la possibilità di tessere le loro trame offensive costringendoli, nel servire agli attaccanti, ad effettuare lunghi lanci dalle retrovie facili prede della loro difesa. Certo l'assenza di Paci e Rossi nel centrocampo campellino ha facilitato il compito agli avversari che nel corso dell'incontro hanno buttato al vento anche qualche possibilità di incrementare il vantaggio. Il campionato è ancora lungo e per la Clitunno non mancheranno le occasioni di rifarsi ma oggi bisogna riconoscere la superiorità mostrata sul campo dal Viole, raccogliere il frutto amaro di questa sconfitta sarà utile per affrontare le sfide future in attesa del recupero di alcune importanti pedine dello scacchiere biancazzurro.

p19_a7_02 Continua...
Comments