Please enable JavaScript to view the comments powered by Disqus. blog comments powered by Disqus

CLITUNNO 5 - FC CASTELLO 7

Svanisce la possibilità di accedere alla finale di Coppa Italia per la Clitunno, dopo i tempi regolamentari terminati con un risultato capovolto rispetto a quello di andata la situazione era in perfetta parità e pertanto si è ricorso ai fatidici calci di rigore, una lotteria che ha premiato la formazione ospite capace di realizzarne 5 su 5 mentre i biancazzurri ne hanno fallito uno, un plauso alla FC Castello che si è così guadagnata la finale.
La partita purtroppo condizionata da un vento che ha battuto il campo con violente sferzate è stata comunque giocata con intensità da entrambe le contendenti, ambedue le formazioni presentavano delle assenze significative per la Clitunno oltre agli squalificati Bucciarelli e Lucentini indisponibile anche Cimarelli, nel Castello da segnalare le assenze di Cecci e Panfili. La prima parte dell'incontro vede la Clitunno passare in vantaggio con una bella realizzazione di Gjinai al 23' ma gli ospiti non mollano e al 28' pareggiano con Piccirilli che soffia la palla dalle mani di Mariani e la deposita in rete. La Clitunno potrebbe tornare in vantaggio ma la dea bendata oggi non è dalla sua parte e al 39' il palo respinge il tiro incrociato di Gjinai a portiere battuto su splendido assist di Cavadenti. Al 44' scambio sul filo del fuorigioco tra N. Guessan e Picchirilli che entrato in area infila Mariani in uscita, vane le proteste dei biancazzurri per la sospetta posizione in fuorigioco dell'attaccante ospite che ha siglato la sua doppietta.
Nel secondo tempo il risultato non cambia nonostante l'impegno profuso dalle due contendenti e alla fine si arriva ai rigori per stabilire chi passerà il turno, realizzano per la Clitunno Salvucci, Cavadenti, Kerjota, Ginai, Rosi (per altro autore di una ottima partita) si fa parare il tiro da Ranieri, tutti in gol gli ospiti con Cittadini, Mambrini, Orecchiuto, Calderini e Fabbri. Un plauso a tutti i giocatori in campo per aver disputato una partita corretta ma combattuta, una serata di sport dove il vento ha pregiudicato in parte lo spettacolo ma non il pathos del gioco del calcio.


CLITUNNO: Mariani; Pinchi, Cuna; Salvucci, Rosi, Baldoni; Gjinaj, Paci (47st Campana), Calamita (39’st Conti), Cavadenti, Kerjota. A disp.: Bellachioma, Mesca, Scavazza, Santoni, Scarabottini, Boraschini. All.: Fabrizio Giusti
FC CASTELLO: Ranieri; Ricci, Corradini; Mambrini, Bartolini (36’st Iozzia), Bastianoni; Picchirilli (30’st Orecchiuto), Ligi (43’st Capanni), Ceppodomo (39’st Calderini), Negro (36’st Fabbri), N Guessan. A disp.: Celeschi, Paoloni, Paludo, Falconi. All.: Davide Mezzanotti
ARBITRO: Daniele Agrò di Terni. Assistenti: Valerio Amici di Foligno e Giuseppe Di Grazia di Perugia
RETI: 23’pt Gjinaj (CL), 28’pt, 44’pt Picchirilli
RIGORI: Sbaglia: Rosi (CL) – Segnano: Salvucci, Cavadenti, Kerjota, Gjinaj per la Clitunno – Cittadini, Mambrini, Orecchiuto, Calderini, Fabbri per l’FC Castello
NOTE – Ammoniti: Kerjota, Ligi – Angoli 5-5 – Recuperi: 1’ e 5’
blog comments powered by Disqus