Please enable JavaScript to view the comments powered by Disqus. blog comments powered by Disqus

SPOLETO 2 - CLITUNNO 1

Servirebbe a poco recriminare contro la cattiva sorte dopo la sconfitta di Spoleto peraltro con lo stesso risultato del Derby di andata. Anche in questa occasione la compagine di Mister Raggi, che ha riagguantato Terni FC che osservava però proprio oggi il suo turno di riposo, ha avuto quale valore aggiunto cinismo e pragmatismo finalizzatore rispetto alla formazione biancoazzurra di Mister Mollaioli per la quale, come all’andata, il pareggio sarebbe stato addirittura stretto alla luce di quanto visto nei 180 minuti complessivi. Verso la fine del primo tempo Kola non perdona infilando di sinistro l’incolpevole portiere della Clitunno. Un risultato che già nei primi 45 minuti premia con un goal di vantaggio la prudenza calcolatrice dei padroni di casa nonostante Gjinaj e Conti erano stati poco prima sul punto di chiudere a rete senza riuscirvi per assai poco. Grave distrazione di mentalità campellina subito dopo il rientro in campo, con Leone offensivo per il 2-0 dello Spoleto al 46 minuto esatto. A quel punto anche in virtù dell’ingresso in campo del validissimo Bajrami si giocherà sino alla fine quasi esclusivamente con la Clitunno all’attacco sotto la porta di casa. Molto bravo Sabatini oggi nella fase realizzativa (10° minuto della seconda frazione) mentre sia Gjinaj che il già citato Bajrami non riusciranno a finalizzare come avrebbero dovuto e potuto. La delusione è tanta presso i biancoazzurri per aver perso forse immeritatamente due Derby combattuti sino alla fine con tutte le forze, con il portiere dello Spoleto Cherubini sicuramente il migliore tra i suoi, occorre interrogarsi sullo scarso cinismo strategico che di certo non difetta allo Spoleto. L’unica speranza, in un campionato che non si può comunque dire negativo per la volonterosa squadra di Mister Mollaioli, è eventualmente incontrare di nuovo gli spoletini nella pur possibile gara di play off.
Appuntamento a domenica con un altro incontro di cartello con l'emergente Ducato che si è avvicinata e tenta la scalata alla terza posizione occupata dalla Clitunno.
LC
PR22_R5 - 1 Continua...
Comments

CLITUNNO 1 - SUPERGA48 1

Forse con la mente già proiettata al Derby di domenica prossima al Comunale di Spoleto i biancoazzurri di Mollaioli compiono un mezzo passo falso in casa, anche in virtù del fatto che la partita con la Superga si era inizialmente subita messa al meglio grazie alla abile marcatura di Cuna. Ma nel corso della partita svarioni difensivi, dovuti anche all’assenza forzata dei titolari, e la solita leggerezza e scarsa freddezza sotto porta degli attaccanti più giovani – che si ripete costantemente da varie domeniche - danno modo alla squadra ospite di recuperare un punto fondamentale nel suo cammino per uscire dalla brutta zona dei play out. Va comunque visto il bicchiere mezzo pieno più che quello mezzo vuoto: la posizione di classifica è ottima, ormai stabile nella parte più alta della classifica, se dunque la Clitunno confermerà tutto questo domenica prossima a Spoleto in un Derby fondamentale portando a casa un buon risultato la stagione sarà praticamente perfetta. Agli Amici della Superga auguriamo invece una salvezza tranquilla.
LC
PR22_R4 - 19
Continua...
Comments

SAN VENANZO 0 - CLITUNNO 2

Sul non facile campo del San Venanzo la Clitunno domina l’incontro e mantiene il passo delle formazioni di vertice. Sin dalle prime battute i biancazzurri mostrano un’ottima determinazione costringendo i padroni di casa a giocare per lo più nella loro metà campo. Nella prima frazione di gioco creano più di una occasione ma non concretizzano la loro supremazia sulla formazione di casa costretta in inferiorità numerica al 44’ con l’espulsione di Nuti per aver commesso un brutto fallo su Romeo, uno dei migliori tra i biancazzurri. Nella ripresa l’ingresso di Conti aumenta il peso offensivo dei campellini, la difesa avversaria scricchiola, Marinareschi ci mette una pezza più di una volta ma nulla può, al 66’, sul mirabile tiro del bomber Gjinaj. I biancazzurri dopo aver sfiorato il raddoppio su alcune azioni ci riescono in pieno recupero quando Conti, liberatosi in area viene atterrato da un difensore, l’arbitro non ha dubbi, decreta il calcio di rigore poi trasformato da Gjinaj anche oggi autore di una doppietta e trascinatore della formazione. La Clitunno con una prestazione rimarchevole in tutti i reparti batte un avversario ostico in un incontro non facile anche dal punto di vista ambientale.
PR22_R3 - 55 Continua...
Comments

CLITUNNO 2 - BEVAGNA 1

Una Clitunno che mostra grande carattere e mentalità ottiene proprio allo scadere dei novanta minuti una vittoria che sembrava irraggiungibile. Grazie all’estro di Gjnaj e ad un cambio tattico del mister, che ha corretto in corso la poco pragmatica impostazione iniziale, i padroni di casa si collocano stabilmente in una invidiabile posizione. Nella prima fase di gioco la Clitunno produce occasioni ma rivela il suo limite cronico, non essendo ancora una volta in grado di concretizzare e di realizzare sotto rete, con centrocampo troppo fluido; così il Bevagna chiude la prima frazione con il vantaggio realizzato dal freddo Capaldini al 20’ del primo tempo per la gioia dei molti e calorosi tifosi accorsi da Bevagna. Nella seconda frazione di gioco, come detto, il mister di casa opera cambi tattici decisivi che premiano la volontà e la tenacia della squadra di Campello. E’ in entrambi i casi Ginaj a sfruttare degli svarioni e delle disattenzioni difensive della compagine di Bevagna, disattenzioni dovute anche a un costante pressing offensivo della Clitunno. Poco dopo il rientro in campo il bomber di casa insacca al lato dell’incolpevole portiere Catarinelli, che aveva del resto compiuto un almeno ammirevole salvataggio. Quando poi la partita sia avviava alla fine con un pareggio che pareva scritto, sempre Gjnaj dal limite dell’area con una difesa bevanate stranamente distratta disegnava una traiettoria perfetta su cui il portiere non poteva intervenire. Il Bevagna visto a Campello si è dimostrato squadra solida e tatticamente ben disposta, a parte la grave disattenzione finale, comunque molto migliore di quello visto all’andata, la Clitunno deve confermare questo trend anche caratterialmente positivo in vista del fondamentale derby di Spoleto del 5 febbraio, per cercare di riparare l’immeritata sconfitta dell’andata.
LCF
PR22_R2 - 37 Continua...
Comments

PIERANTONIO 1 - CLITUNNO 0

La competizione in Coppia Italia della Clitunno termina sul campo del Pierantonio, serviva una vittoria per passare i turno ma sono i padroni di casa a vincere il confronto e continuare il torneo. Nella prima frazione di gioco i campellini creano più di una occasione ma non riescono a concretizzarle, gli avversari giocano di rimessa e in una delle loro poche ma efficaci ripartenze mostrano una maggiore determinazione e precisione colpendo una traversa con il loro migliore giocatore in campo Salis.
Chiuso il primo tempo in parità la ripresa parte nuovamente con una occasione per la Clitunno ma la palla persa malamente in attacco si trasforma in una pericolosa ripartenza del Pierantonio che sfiora il vantaggio. Non sbagliano i padroni di casa al 16, approfittando di un nuovo errore in fase di attacco degli avversari ripartono con il solito Salis, il veloce esterno si fa quasi tutto il campo e giunto sul fondo mette un preciso assist al centro per l’accorrente Orecchiuto che non sbaglia il tiro e porta in vantaggio la formazione di casa. La Clitunno subito il gol cala di intensità e il Pierantonio controlla facilmente l’incontro, alla fine la qualità fa la differenza, troppi errori in fase di costruzione e realizzazione per i campellini, maggiore precisione nelle giocate ed efficacia nelle conclusioni per i padroni di casa che passano meritatamente il turno.
Buona la direzione della Giovagnoli di Perugia
cp22_4 - 1

Continua...
Comments
RapidWeaver Icon

Made in RapidWeaver