Please enable JavaScript to view the comments powered by Disqus. blog comments powered by Disqus

MONTEFRANCO 1 - CLITUNNO 2

A Montefranco la Clitunno torna alla vittoria, nel primo tempo le due formazioni si affrontano con poche idee offensive, meglio i padroni di casa che sembrano più determinati, i biancazzurri stentano a ingranare e probabilmente anche la partita di recupero giocata mercoledì si fa sentire. La ripresa inizia subito con un grosso pericolo per i biancazzurri quando gli avversari calciano una punizione, la palla spiove in area dove attraversa un nugolo di giocatori ma non subisce alcuna deviazione e incoccia sul palo alla destra del portiere ospite, il rischio corso sembra dare la sveglia alla Clitunno che da questo momento cambia atteggiamento e inizia a giocare creando più di un pericolo ai padroni di casa; il suo impegno viene premiato al 19° quando Batti raccoglie una corta respinta su corner della difesa del Montefranco e di prima battuta infila un preciso rasoterra a fil di palo siglando il vantaggio. I padroni di casa non riescono ad imbastire una reazione efficace e sono sempre i biancazzurri a creare occasioni ma al 38° su un banale disimpegno difensivo Quondam appoggia di testa una facile palla a Spiccia che purtroppo ne perde la presa lasciandola sui piedi di Scorsolini che incredulo ringrazia e pareggia. Sembra di nuovo aleggiare l’aura funesta di mercoledì scorso ma questa volta Capoccia, solo un minuto dopo, al 39°, ha in serbo un colpo spettacolare e da distanza considerevole scocca un tiro insidioso che sorprende il portiere di casa e porta di nuovo in vantaggio la Clitunno che si aggiudica l’incontro.

mntf_ct36 Continua...
Comments

CLITUNNO 0 - NOCERA UMBRA 1

Con una Clitunno decimata, squalificati, Campana, De Rosa e Quondam e cinque infortunati Labonia, Calamita, Rossi, Locci, Proietti, Canzi si affida ai giovani della juniores. Nonostante la situazione il primo tempo è tutto di marca biancazzurra con due legni scheggiati, ma la palla non entra. Nella ripresa si infortuna anche Celesti e la spinta propulsiva si affievolisce poi, quando si dice che se qualcosa va male non può che andare peggio, su uno dei rari tiri in porta degli avversari Memaj trova il jolly, la palla respinta dalla traversa rimbalza sulla schiena del portiere in caduta dopo il tentativo di intervento e rotola in rete. La Clitunno reagisce ma non riesce a creare pericoli per gli ospiti che si difendono e increduli portano a casa i tre punti, una beffa per i padroni di casa ai quali è comunque è manata lucidità nella fase conclusiva dei tiri a porta.

ct_nm25 Continua...
Comments

CLITUNNO 1 - AMERINA 1

Colpiti dal virus della pareggite? Sembra proprio di si. Dopo un inizio più che confortante e ben giocato la Clitunno si porta in vantaggio al 9° con una bella azione di Capoccia finalizzata da Celesti, domina il primo tempo ma non riesce a raddoppiare, poi sul fischio dell’intervallo succede un parapiglia al rientro negli spogliatoi e l’arbitro espelle Campana. Nella ripresa i padroni di casa, in inferiorità numerica, subiscono il pareggio su un calcio di rigore al 18°, poi cercano in tutti i modi di recuperare il risultato ma gli ospiti si difendono come possono e l’arbitro sorvola su due atterramenti in area degli attaccanti campellini. Alla fine l’Amerina porta a casa una punto prezioso per la sua classifica, mentre per la Clitunno un’altra partita con un esito condizionato in parte dall’arbitraggio, questo comunque è il gioco del calcio e si spera che la buona sorte e gli errori arbitrali si compensino nel corso del campionato.

Amr_cltt06 Continua...
Comments

GIOVE 1 - CLITUNNO 1

Al ritorno in campo dopo il fermo natalizio e quello forzato per gelo di domenica scorsa la Clitunno disputa un buon incontro sul campo del Giove dove in inferiorità numerica recupera un pareggio che per quanto visto in campo risulta anche stretto con un palo colpito e un gol non convalidato per un inesistente fuorigioco. Trascorsi i primi 10 minuti di gioco ad appannaggio dei padroni di casa sono i biancazzurri a condurre il gioco ma come spesso succede al 38° su un errato e sfortunato intervento difensivo di Rosi viene offerta su un piatto d’argento la palla per il vantaggio del Giove che non si lascia sfuggire l’occasione con Zara.
Alla ripresa i padroni di casa rinfrancati dal vantaggio si rendono più intraprendenti ma nulla possono contro la volontà di riscatto del n° 5 biancazzurro, Rosi, che spostato da Canzi dalla fase difensiva a centrocampo lotta su tutte le palle e si rende pericoloso in varie mischie, colpisce un palo su colpo di testa e poi finalmente al 35° chiude il suo conto con la dea bendata e sigla il meritato pareggio, un applauso al jolli biancoazzurro per aver motivato e spronato tutta la formazione campellina in inferiorità numerica alla ricerca del gol.

gio_ct35 Continua...
Comments